La cosa buona degli sport di avventura é che sono in continuo aumento e periodicamente ne nascono di nuovi sempre piú allettanti ed accessibili ad ogni tipo di pubblico. La maggior parte dei sufers quando pensano ad una gran giornata sullo snowboard immaginano discese sulla neve fresca ed immacolata, su cui tracciare traiettorie perfette ed ogni tipo di acrobazia.

Surfeando in fuoripista



Peró nella realtá trovare una neve cosí non é molto abituale, sia per la massificazione delle stazioni di sci dove giá dopo poche ore dell'apertura non resta un palmo di neve non calpestato, sia per l'eccessivo costo di soluzioni alternative, come l'heliski, che permettono di raggiungere le zone vergini.

Da alcuni anni sta prendendo piede in alcune stazioni americane ed europee l'uso degli snowcats per raggiungere le zone inaccesibili in cui sciare. Cos'é uno snowcat? Semplicemente un veicolo caterpillar predisposto per muoversi in zone innevate. E´molto simile ad una macchina battineve, su cui é montato un abitacolo per 8-12 persone, peró senza pala ne fresatrice.

Su piste vergini grazie allo snowcat


Il vantaggio immediato per il rider rispetto all'elicottero é il prezzo, molto inferiore, anche se resta comunque abbastanza caro. Il prezzo di una giornata di trasporto suole costare in USA circa 300 dollari, la metá del prezzo dell'elicottero. Peró i suoi vantaggi non terminano qui.

In primo luogo dobbiamo considerare che il terreno a cui si accede mediante elicottero é abbastanza pendente e riservato in esclusiva a riders di alto livello. Con lo snowcat é diverso, visto che in tali zone questa macchina non puó arrivare direttamente. La cosa piú abituale é dividere i gruppi per livello, esistendo zone ampie e con poca pendenza in cui qualsiasi rider con un livello medio si puó destreggiare, o discese tra gli alberi o con salti naturali per chi ha maggiore esperienza.

Se non hai mai messo ai piedi una tavola da snow é fortemente raccomandabile frequentare un corso di iniziazione, durante il quale si possono effettuare giornalmente tra le 6 e le 12 discese, che ovviamente dipenderanno dal livello del gruppo di allievi. Arrivati in basso bisogna attendere alcuni minuti l'arrivo del caterpillar per risalire. Anche se questi sono piú lenti dell'elicottero, sono anche molto piú tranquillo al momento della discesa e della risalita e permettono di surfeare ad un dislivello di 5000 metri al giorno, cifra piú che ragguardevole e che normalmente garantisce neve vergine e di alta qualitá.

Nei giorni di tormenta é quando maggiormente si apprezza il caldo interno dello snowcat, visto che le inclemenze metereologiche che potrebbero lasciarci a terra con l'elicottero non comportano nessun tipo di problema.

Il piano di viaggio varia da una zona all'altra. Normalmente in Canada ed Alaska le compagnie che dispongono degli snowcats si trovano in zone relativamente selvagge, mentre in Europa e negli Stati Uniti si trovano nei principali centri invernali e servono come aiuto alle risalite per un pubblico che desidera qualcosa in piú (quante volte scendiamo dalla seggiovia desiderando sciare su piste vergini viste in lontananza!)

Divertimento per veri riders



Evidentemente non tutte le zone sono uguali, ne il terreno ne la qualitá della neve. Si puó affermare che Alaska é sicuramente la destinazione migliore per chi desidera emozioni forti, mentre in Canada si trovano le aziende piú organizzate nel settore del powder e meglio distribuite sul territorio.

In Europa questo tipo di servizio é ancora poco diffuso e suele venir offerto dalle stesse stazioni sciistiche, soprattutto nel Nord Europa ed un poco sulle Alpi. Speriamo si diffonda presto in tutta la Penisola!