Una volta sulle piste da sci non lasciarti intimorire da spettacolari pendenze o dagli intrepidi sciatori dai movimenti fluidi e sicuri... un giorno sarai anche tu uno di loro!

Attrezzatura sci



Scelta del terreno

La cosa piú importante in un corso di sci, a qualsiasi livello, é che il terreno in cui praticare la propria tecnica. Una scelta errata potrebbe compromettere il nostro apprendimento. E´necessario sapere che la difficoltá tecnica di una pista viene indicata con il colore dei pali che segnalano il suo percorso.

/tb_materiale sci.jpg



I colori sono, in ordine di difficoltá, verde, blu, rosso e nero, e vengono indicati nelle mappe delle piste di ciascuna stazione sciistica. La zona principianti solitamente si trova nella parte pianeggiante da cui partono gli impianti di risalita delle piste verdi e blu.

Il terreno ideale per un principiante deve essere pianeggiante e con neve soffice, per evitare che gli sci gli sfuggano e possa raggiungere una maggiore stabilitá.

/tb_materiale sci1.jpg

Adattamento all'attrezzatura

Bisogna assicurarsi di chiudere correttamente i ganci degli stivali e sistemarli in modo che non comprimano eccessivamente i piedi, peró che non siano nemmeno lenti. E´importante che le caviglie non si muovano, ed a tal fine la tibia deve restare sempre ben appoggiata alla parte alta dello stivale.

/tb_materiale sci2.jpg



Per indossare gli sci sulla neve é conveniente porli paralleli in posizione perpendicolare alla pendenza naturale della pista (se esiste pendenza). Il passo successivo é introdurre lo stivale nell'attacco, controllando che non ci sia neve nella suola. In primis indossiamo lo sci a valle (quello piú in basso) e successivamente lo sci a monte.

Al premere sugli agganci, i blocchi di sicurezza si alzano e le suole degli sci restano perfettamente aderenti alla neve. La sensazione adesso é differente, siamo un tutt'uno con quello che sará il nostro particolare mezzo di trasporto e dobbiamo prepararci ad iniziare i primi esercizi di adattamento.

/tb_materiale sci3.jpg



La posizione naturale dello sciatore si caratterizza nel seguente modo:

  • La distanza tra gli sci deve coincidere con lampiezza del nostro bacino.
  • Le caviglie e le ginocchia devono permanere semiflesse in avanti.
  • Anche le braccia devono essere semiflesse e separate dal corpo. Le racchette, durante questa fase principianti, svolgono solo una funzione d'ausilio e di appoggio sulla neve, in modo che risulti piú semplice spostarci.
Esercizi di adattamento da fermi
  • Solleviamo la parte dello sci con il tallone
  • Alziamo tutta la superficie dello sci con la pianta del piede
  • Una volta alzato tutto lo sci, incrociamolo sulla punta dell'altro senza toccarlo; girando il nostro piede verso dentro si gira anche lo sci.
  • Una volta sollevato tutto lo sci, lo incrociamo sulla coda dell'altro, senza toccarlo; quando apriamo il piede verso fuori, si apre anche la coda dello sci.

A cosa serve tutto ció?
A renderci conto che lo sci é come un piede enorme, e per tale motivo dobbiamo imparare a non effettuare movimenti bruschi che non controllino la sua ampiezza. Una apertura eccessiva o un giro incontrollato puó causare il blocco degli sci.

Altri esercizi:

  • Flessioni sulle ginocchia.
  • Giri sul nostro asse, per esempio, guardando dietro di noi.
  • Salti, peró con cautela!
Conviene effettuare gli esercizi lentamente e con prudenza, visto che l'obiettivo principale é acquisire dimistichezza con l'attrezzatura. Familiarizzare con essa é fondamentale: quanto prima accettiamo la nostra nuova dimensione, prima conseguiremo controllarla.

Attrezzatura sci



Esercizi di adattamento in movimento
  • Avanzare normalmente, cosí come facciamo quando passeggiamo per la strada, alzando prima uno sci e succesivamente l'altro ed alternando l'appoggio delle racchette.
  • Realizzare circoli. E´molto importante controllare i movimenti di apertura degli sci. Se al realizzare un circolo verso destra apriamo eccessivamente la punta destra, le code degli sci potrebbero bloccarsi incrociandosi l'una con l'altra. Affinché ció non si verifichi bisogna realizzare movimenti corti, cercando di evitare che gli sci si pestino a vicenda.
  • Realizare circoli. Ripetere l'esercizio anteriore in entrambi i sensi.
  • Scivolare. Si tratta della prima volta in cui il nostro corpo sperimenterá la sensazione di spostarsi sugli sci come un blocco compatto. Per tale motivo conviene ricordare la posizione naturale: sci paralleli, separati all'ampiezza del bacino, e flessione in avanti di caviglie e ginocchia. Il busto si inclina in avanti mentre ci diamo la spinta con un entrambe le racchette. E´importante non lasciare il corpo indietro, dobbiamo solo assecondare la sensazione di scivolamento e lasciarci trasportare da essa. Conviene mantenere costante la velocitá e controllare l'equilibrio.
    /tb_materiale sci4.jpg